Invitación a "Sembremos la paz", Fiumicello

Invito a “Seminiamo la pace”, Fiumicello

Il Presidente del C.R.E.L.P., Marco Duriavig, invita i vicini e le istituzioni a partecipare alle attività sulla scia della 2ª Marcia Mondiale, in particolare al convegno da loro promosso, intitolato “SEMINIAMO LA PACE”. Nella sua lettera, dice: “Oggetto: Invito “Seminiamo la Pace” – Fiumicello, 27 febbraio 2020 ore 20.30 Carissimi, Come sapete, in occasione della

Alto Verbano preparado para la Marcha

Alto Verbano preparato per la Marcia

Alto Verbano: tutto pronto per l’arrivo della Marcia Mondiale per la pace e la nonviolenza. L’evento organizzato da Maria Terranova, Gabriella Colli, Sara Ciocca ed Elio Pagani insieme alla Comunità Operosa Alto Verbano si terrà domenica 1 marzo. Torna in provincia di Varese la Marcia mondiale per la pace la nonviolenza, e per la prima

Encuentro en el International Peace Bureau

Encuentro con la International Peace Bureau

13 de febrero, reunión del Equipo Base Internacional de la 2ª Marcha Mundial con representantes de la asociación International Peace Bureau, en Berlín. En la reunión, estuvieron Reiner Braun, por parte de  International Peace Bureau,  los miembros de la 2ªMarcha Mundial por la Paz y la Noviolencia,  Angelica K., Sandro V. y el coordinador general,

Seis de enero en Mumbai, India

Attività presso il Bravan’s College di Mumbai

L’ Equipe Base Internazionale ha partecipato a numerose attività presso il Bravan’s College. L’Equipe ha illustrato il significato della Marcia Mondiale e le attività svolte nel suo itinerario. Sono stati realizzati molteplici Simboli umani della Pace. Più tardi, nell’auditorium del Bravan’s College, si è svolta una conferenza sulla 2ª Marcia Mondiale con la presentazione delle

Día de la Memoria, para no olvidar

Il Giorno della Memoria, per non dimenticare

Tragicommedia di Mihaileanu che sotto la triplice insegna dell’umorismo yiddish, di una sana energia narrativa e di un ritmo di trascinante allegria porta lo spettatore dalla favola alla realtà dello sterminio perpetrato dal regime nazista nell’Europa dell’Est. Davanti ad una platea di giovani studenti della Scuola Secondaria di 1° grado di Fiumicello, è intervenuta la